Immagine

Ciao ragazzi, quest’oggi vi voglio parlare di come installare ed utilizzare il sistema operativo Windows (e ricordo che è possibile ovviamente Windows 8, ma anche Linux e Mac OS X) sul vostro Mac, senza alcun bisogno di dover ogni volta riavviare il computer per cambiare sistema operativo, ma semplicemente gestendo i S.O. insieme.La miglior soluzione possibile sul mercato è Parallels Desktop 8 (acquistabile col 50% di sconto se si è studenti o docenti universitari), di cui ho ampiamente parlato in questo articolo: Guida all’installazione e all’utilizzo di Parallels Desktop. Come ho appena scritto, l’attuale versione 8 di Parallels permette di virtualizzare tutti i sistemi operativi sul nostro Mac, compreso lo stesso Mac OS X (anche Mountain Lion!) ed inoltre da poco è anche ottimizzato per Retina display.


Dopo tutti questi preamboli, partiamo quindi con l’installazione vera e propria; in questa guida vi mostrerò come esempio Windows 8, ma la procedura è uguale per tutti: 

  • Anzitutto premunitevi, se già non lo siete, di una versione di Windows 8 (ricordo che chi è uno studente universitario, ha diritto ad averlo GRATIS dal sito Dreamspark).
  • Ora che avete la vostra copia di Windows 8, dovete aprire l’applicazione Parallels (ricordo nuovamente che in questo articolo ho spiegato tutto riguardo a parallels) e creare una nuova macchina virtuale con uno di questi due modi (equivalenti..):

Immagine

Immagine

NUOVA MACCHINA VIRTUALE

Immagine

Dopo aver premuto sul pulsante “Nuova macchina virtuale” in uno dei due modi che ho descritto sopra, vi si presenterà davanti questa schermata, dove avete due scelte:

  • Installare il Sistema Operativo da DVD, chiavetta o file .iso (oggi vi parlo di questo metodo);
  • Trasferire tutti i dati che avete nel vostro PC, ovviamente partendo da un backup che dovete fare.
Come ho appena scritto, in questa guida parlerò del primo metodo, ovvero installare il Sistema Operativo Windows 8 partendo da un file .iso o da un dispositivo USB, o da DVD; selezionando quindi quell’opzione, questa è la schermata che vi si presenterà davanti:

Immagine

Qui dovete appunto selezionare da dove desiderate installare il vostro Sistema Operativo: o da un DVD che avete inserito, oppure dovete indicare il percorso in cui si trova il file .iso. Dopo aver scelto la modalità di installazione, Parallels individuerà di che Sistema Operativo si tratta, e vi mostrerà questa schermata qui:
.

Immagine

In questa pagina, dovete fornire la licenza per poter utilizzare il S.O (mi raccomando selezionate Express installation e, in base al vostro Mac, anche la versione 64-bit); se avete invece intenzione di utilizzare questo S.O. come prova gratuita, allora deselezionate la voce in alto “Express installation“, che vi abiliterà a continuare l’installazione nonostante non abbiate inserito nessuna licenza.Ora Parallels vi chiederà in che modo volete utilizzare Windows:

  • Come un Mac: in questo modo le applicazioni di Windows compaiono sulla Scrivania, proprio come se fossero applicazioni native del Mac; inoltre anche tutti i dati e i documenti sono “mischiati” insieme (lo sconsiglio, è abbastanza confusionario);
  • Come un PC: in questo modo avrete proprio la schermata di Windows su un’apposita finestra (che ovviamente si può mettere a schermo intero), e quindi tutti i documenti, le applicazioni e i dati di Windows si gestiscono direttamente li (come è giusto che sia); se non si è ancora capito, SCEGLIETE QUESTO MODO

Ovviamente l’integrazione tra Mac e Windows è totale con entrambi i modi; si potrà infatti trascinare file da un S.O. all’altro, effettuare Drag&Drop, ecc..

Immagine

Immagine

Qui dovete semplicemente decidere il nome da dare alla macchina virtuale, e scegliere la cartella dove condividere i file tra Windows e Mac.
.
Bene, avete finito! Ora non vi resta altro da fare che premere Continua e aspettare che l’installazione di Windows si completi: ci vogliono pochi minuti, e nel frattempo potete anche monitorare le varie installazioni che si stanno verificando;
.

Complimenti! Ora avete installato Windows 8 sul vostro Mac, e lo potete utilizzare in modo estremamente intuitivo e con un’integrazione perfetta fra i due Sistemi Operativi; ricordo anche che nelle preferenze della macchina virtuale si può anche disabilitare l’integrazione fra i due Sistemi Operativi (cosa che io faccio ogni volta che non mi serve quest’opzione):

 

Immagine

Immagine

Per mostrarvi bene come funziona la macchina virtuale con Parallels, vi metto qui una serie di foto che ho fatto sul mio Mac.
.

Immagine

Immagine

Immagine

Ciao a tutti,                                                                                                 
Matteo Pumo
Condividi l'articolo!